CEON - Centro Operativo Neoplasie Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata


GSV

Gruppo Senologico Veronese

ll Gruppo Senologico Veronese - GSV è un gruppo interdisciplinare di specialisti appartenenti alle Unità Operative dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, coinvolte nella diagnosi, trattamento chirurgico, medico, radioterapico, psicologico e fisioterapico delle pazienti con tumore al seno.

Il gruppo nato nel 1975 ha maturato una forte esperienza nel campo senologico, tale competenza unita alle apparecchiature e tecnologie mediche d’avanguardia ha permesso grandi progressi nella cura del tumore al seno. Oggi la realtà senologica veronese è rappresentata dai referenti dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona e delle Aziende Sanitarie Territoriali dell'ULSS 20 e 22.

Dopo gli anni di attività intensa, il 29 dicembre 2006 arriva il riconoscimento formale del Gruppo con Delibera del Direttore Generale dell'AOUI di Verona (N. Progr.1923) cui segue, il 13 Febbraio 2007, quello del Direttore Generale dell'Azienda Territoriale ULSS22 (N. Prot.10138).

Le donne che si rivolgono al GSV vengono inserite in un Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) integrato che è stato il primo percorso certificato in Italia.


ATTIVITA'

Il GSV si avvale del Centro Operativo (CO) con il Registro Tumori di Patologia Mammaria (RTO), nato da un progetto di Ricerca Sanitaria Finalizzata della Regione Veneto, che raccoglie tutti i casi di tumore al seno a partire dal 1 gennaio 1992.

I dati raccolti vengono elaborati e discussi in riunioni collegiali a cui partecipano i referenti di  tutte le strutture coinvolte. In queste occasioni avviene la valutazione della qualità del lavoro svolto e vengono elaborati modelli organizzativi più idonei, che consentano non solo di adeguarsi agli standard proposti a livello nazionale, ma anche di migliorarli usufruendo al massimo di tutte le potenzialità esistenti in loco.

1. CONTROLLO QUALITA’

Il controllo di qualità nel trattamento del carcinoma mammario si attua verificando la correttezza dell’applicazione dei protocolli terapeutici stabiliti ed i risultati ottenuti; standard adeguati di trattamento sono necessari non solo per minimizzare le recidive e massimizzare la sopravvivenza, ma anche per garantire risultati cosmetici validi e per evitare mutilazioni oncologicamente inutili.

Consapevoli dell’importanza di quanto sopra esposto, abbiamo posto tra i nostri obiettivi primari, fin dall’inizio dell’attività del Registro, il controllo di qualità delle procedure eseguite, sia da un punto di vista diagnostico che terapeutico.

Abbiamo quindi accolto con particolare interesse la pubblicazione nel Protocollo della FONCAM degli “Indicatori di qualità per l’approccio al carcinoma mammario”:

Abbiamo deciso immediatamente di inserire nel programma computerizzato di archiviazione dei dati del RTO i parametri che potevano consentire l’analisi degli indicatori di qualità ed il confronto continuo con quelli proposti dalla FONCAM.

Questi confronti, eseguiti periodicamente, hanno già consentito un miglioramento dello standard in molti settori.

 

2. ORGANIZZAZIONE

Uno degli obiettivi che ci siamo posti è anche quello di elaborare modelli organizzativi più idonei, che consentano non solo di adeguarsi agli standard proposti a livello nazionale, ma anche di migliorarli usufruendo al massimo di tutte le potenzialità esistenti in loco.

Dopo anni di lavoro in comune, grazie a rapporti di collaborazione sempre più stretti, siamo giunti a dei modelli organizzativi, differenziati a seconda delle strutture logistiche.

In particolare, presso l'AOUI di Verona, il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) del Carcinoma Mammario ha ottenuto nel 2010 la Certificazione di Qualità Burreaus Veritas.

3. RICERCA

La possibilità di disporre di una notevole quantità di dati sui casi trattati costituisce la base per attivare protocolli di ricerca interdisciplinare, indispensabili per la qualificazione del Gruppo.

L'attività di ricerca è testimoniata da numerosi lavori collaborativi pubblicati in riviste internazionali dai vari membri del gruppo e da numerose partecipazioni a Congressi in qualità di relatori.

 

 

 

 

4. ELABORAZIONE LINEE GUIDA

Nel 2002 le Linee Guida sul Carcinoma Mammario a cura del Gruppo Senologico Veronese sono state pubblicate per la prima volta e presentate ai Medici di Medicina Generale in occasione del 1° Congresso Veronese a cura del Gruppo svoltosi il 2 febbraio del 2002.

Negli anni successivi sono state periodicamente aggiornate: nel 2005 la 2° stesura presentata durante il Congresso del 27 maggio e nel 2008 la 3° edizione presentata al Congresso del 25 ottobre.

5. INFORMAZIONE

La Comunicazione rappresenta una risorsa strategica di supporto permanente sia nell'ambito della attività interna del Gruppo sia nel suo rapportarsi verso l'esterno, favorendo il funzionamento organizzativo.

L’attività di informazione si articola in diversi settori di intervento:

  • area istituzionale (conferenze stampa sulle importanti innovazioni delle unità operative afferenti al Gruppo)
  • area servizi (libretti informativi redatti a cura del Gruppo e distribuiti durante congressi e incontri)
  • campagne di sensibilizzazione (stretta collaborazione con l’ANDOS-Associazione Donne Operate al Seno, conferenze al pubblico, presenza a radio e televisioni locali, distribuzione di materiale informativo)
  • allestimento di un sito web nato nel 2002 e dedicato agli operatori sanitari e alle donne

6. DIDATTICA E FORMAZIONE

La Formazione punta a realizzare un costante processo di apprendimento e continuo aggiornamento rivolto agli operatori sanitari, rivolgendosi, in particolare, ai medici di medicina generale, al personale infermieristico e tecnico e agli specialisti. 

L'offerta formativa degli anni passati (dal 2003 al 2008) è stata di tipo universitario in collaborazione con l’Istituto per la diagnosi e la cura dei Tumori di Milano:

  • CORSO DI PERFEZIONAMENTO in Senologia
  • MASTER di 2° livello in Senologia

dedicata soprattutto a medici e specialisti.

Negli ultimi anni invece, il GSV ha sentito l’esigenza di iniziare un confronto con tutti gli operatori sanitari che si interessano di tumore al seno. Per questo motivo l’offerta formativa si è diversificata con incontri periodici accreditati ECM (Educazione Continua in Medicina):

  • FORMAZIONE RESIDENZIALE (I Congressi Veronesi a cura del GSV dal 2002 ad oggi) per medici, biologi,  psicologi,  infermieri,  fisioterapisti,  tecnici sanitari di laboratorio biomedico e di radiologia, ecc…
  • FORMAZIONE A DISTANZA (FAD) per i Medici di Medicina Generale (MMG)
  • FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) per i Referenti del GSV

7. COLLABORAZIONE

L’obiettivo principale del nostro lavoro è quello di dare alle donne di Verona che hanno un problema al seno un’assistenza ottimale sotto tutti gli aspetti e pensiamo che, affinché questo avvenga, la collaborazione tra noi ed i medici che lavorano sul territorio sia indispensabile.

Per cercare di rendere più costruttiva e semplice questa collaborazione,  oltre alle iniziative elencate in precedenza sotto la voce comunicazione-informazione e didattica-formazione abbiamo intrapreso altre iniziative tra le quali la mappatura dei nostri ambulatori dedicati alla senologia con orari e numeri telefonici da esporre nelle sale d’attesa.